Galleria Verdesi

gli Artisti


Carlo Romagnolo


Carlo Romagnolo è nato ad Asti nel 1967.
Ha frequentato l’Istituto Europeo di Design di Milano, dedicandosi per alcuni anni all’illustrazione editoriale, per poi tornare alla primitiva e innata passione per la pittura, praticata da autodidatta fin dall’infanzia.
La sua produzione artistica sembra tendere all’eclettismo e al superamento dei “generi”.
Predilige la tecnica ad olio perché gli permette di esagerare il gesto e la materia, in cui a volte “affoga” anche altri materiali quali fili di ferro, oggetti  recuperati oppure ritagli e foto strappate o bruciate.
I suoi temi sono sempre legati al mondo contemporaneo, colto con un taglio dinamico e romantico, sia che si parli delle sue “Città di notte”, sature di colore e di elettricità, in cui i manichini osservano dalle vetrine i marciapiedi deserti e i fari di un’auto che appaiono in fondo alla via sono la luce della speranza… sia che si parli delle sue strade, delle sue stazioni, dei suoi porti di ruggine, in cui trovano posto anche “ferraglia” e oggetti recuperati, sia che si parli dei suoi “frammenti” di personaggi anonimi, recuperati anch’essi (ma questa volta dal mondo virtuale), che trovano un nuovo “senso” nella composizione pittorica.
Altre volte tutto sparisce e rimane solo la luce e il colore in movimento.
Al 2006 risale l’incontro con Nazzareno VERDESI e Lorenzo PINCELLI, noti mercanti e galleristi, che gli ha permesso di affiancarsi a importanti nomi del panorama artistico internazionale.
AL 2008 risale l’incontro con CATTANEO (Galleria Magenta) a capo di quattro famosi centri espositivi in Lombardia.
Ha partecipato a vari concorsi di pittura vincendo numerosi premi e riconoscimenti.